lavoro pulsante 2017
Opportunità di lavoro
lavoro pulsante 2017
Emergenze
traspsarenza
  

CovidStat INFN

È un progetto realizzato dal Gruppo di Lavoro CovidStat INFN, la cui costituzione è stata promossa in seno all'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare con l’obiettivo di mettere a disposizione dell’Unità di Crisi Covid19 interna all’INFN una analisi statistica dei dati forniti quotidianamente dalla Protezione Civile sulla diffusione della pandemia in Italia. Tuttavia, si è ritenuto che gli strumenti sviluppati per questa analisi statistica possano essere di utilità anche per altre comunità scientifiche e, più in generale, possano essere di interesse pubblico.

Addio a Vittorio Vaccaro

Foto Vittorio VaccaroL’11 febbraio 2023 è deceduto Vittorio Giorgio Vaccaro. Nato a Napoli nel 1941, si era laureato in ingegneria elettronica lavorando con il Prof. G. Franceschetti presso l’Università di Napoli nel 1965. Da allora, senza mai più smettere sino a pochi mesi prima del suo decesso, ha svolto un’intensa attività di ricerca nella fisica degli acceleratori in diversi laboratori internazionali, creando una scuola di fisica degli acceleratori nota in tutto il mondo. È stato associato alle ricerche dell’INFN dal 1982.

Non è facile riassumere in breve chi è stato e quali sono stati i suoi contributi alla Fisica degli Acceleratori. Vittorio Vaccaro era il professore, nell’accezione napoletana della parola che raccoglie un senso di rispetto, ma anche di affezione. Il professore ha un’ampia cultura però è anche una persona a cui chiedi consigli di vita, ti ascolta e ti accoglie. Napoli, la sua Napoli fonte di arricchimento continuo, la cui storia, i modi di dire, la cultura, il dialetto conosceva a fondo e tramandava.

Nel 1980 vince il concorso come Professore Ordinario di Campi Elettromagnetici, dal 1966 al 1969 svolge le sue attività di ricerca al CERN come ingegnere elettronico lavorando al progetto del primo collider ad alta intensità, ISR, ed in particolare sulla problematica della stabilità dei fasci di particelle cariche. Nel 1966 definisce i concetti fondanti per la caratterizzazione degli acceleratori riguardo la stabilità dei fasci introducendo il concetto di impedenza di un acceleratore. Successivamente, in collaborazione con A. G. Ruggiero, stabilisce, attraverso un’analisi dello smorzamento di Landau, i criteri di stabilità, ideando le note mappe universali di stabilità, strettamente legate al concetto di impedenza. Nel 1969, introduce il concetto di campo scia. I risultati furono applicati nella progettazione degli ISR.

Tutt’oggi questi concetti sono utilizzati in particolare per valutare i limiti delle prestazioni degli acceleratori circolari.

Dalla fine degli anni 90 si dedica al progetto di linac per adroterapia contribuendo fortemente con il suo gruppo prima al progetto LIBO, collaborazione CERN-TERA-INFN (Na e Mi) e Univ. (Na e Mi), e poi alla costruzione di un prototipo di acceleratore lineare per protonterapia da 30 MeV (primo linac per protoni a quell’energia a 3GHz). È stato proprietario di un brevetto legato allo sviluppo di una nuova metodologia costruttiva di cavità risonanti accoppiate.

Dopo il 2010 ha trascorso diversi semestri al CERN come Scientific Associate, da ultimo presso l’unità BE-ABP-ICE, collaborando anche con ricercatori della sezione INFN di Roma1 per lo studio delle impedenze di accoppiamento e della stabilità dei fasci di LHC in particolare per tratti di camera a vuoto di forma non convenzionale (magnete C-shaped (kicker), step transition, resistive wall impedance di una camera ellittica).

Vittorio ha dato anche importanti contributi in ambito sperimentale, come per le misure da banco dell’impedenza di accoppiamento, mostrando i limiti della misura con “il filo”, e contribuendo a sviluppare un metodo di caratterizzazione EM di sottilissimi strati di materiali per coating, facendo ricorso a misure nella regione del sub-THz.

È stato membro del JUAS Advisory Committee (Joint Universities Accelerator School) di cui è stato socio fondatore nel 1994, prima come rappresentante dell’Università Federico II e dal 2016 come rappresentante dell’INFN.

Durante tutta la sua carriera, Vittorio Vaccaro ha convogliato laureandi/e e dottorandi/e alla scienza e tecnologia degli acceleratori, creando una vera Scuola. Un gran numero di questi e queste occupa ruoli di rilievo sia nell’INFN che in varie istituzioni internazionali. Vittorio soleva dire che erano la sua migliore produzione scientifica.

Nel 2019 è stato insignito del premio IPAC Xie Jialin for outstanding work in the accelerator field, with no age limit:

 “For his pioneering studies on instabilities in particle beam physics, the introduction of the impedance concept in storage rings and, in the course of his academic career, for disseminating knowledge in accelerator physics throughout many generations of young scientists”.

Eventi

18-05-2024 08:30AM - 03:00PM
22-05-2024 04:00PM - 05:00PM
24-05-2024
29-05-2024 04:00PM - 05:00PM
05-06-2024 04:00PM - 05:00PM
10-06-2024 09:00AM - 07:00PM
11-06-2024 09:00AM - 07:00PM
12-06-2024 09:00AM - 07:00PM
12-06-2024 04:00PM - 05:00PM
13-06-2024 09:00AM - 07:00PM

Eventi

18-05-2024 08:30AM - 03:00PM
22-05-2024 04:00PM - 05:00PM
24-05-2024
29-05-2024 04:00PM - 05:00PM
05-06-2024 04:00PM - 05:00PM
10-06-2024 09:00AM - 07:00PM
11-06-2024 09:00AM - 07:00PM
12-06-2024 09:00AM - 07:00PM
12-06-2024 04:00PM - 05:00PM
13-06-2024 09:00AM - 07:00PM
lavoro pulsante 2017
Opportunità di lavoro
lavoro pulsante 2017
Emergenze
traspsarenza
  

CovidStat INFN

È un progetto realizzato dal Gruppo di Lavoro CovidStat INFN, la cui costituzione è stata promossa in seno all'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare con l’obiettivo di mettere a disposizione dell’Unità di Crisi Covid19 interna all’INFN una analisi statistica dei dati forniti quotidianamente dalla Protezione Civile sulla diffusione della pandemia in Italia. Tuttavia, si è ritenuto che gli strumenti sviluppati per questa analisi statistica possano essere di utilità anche per altre comunità scientifiche e, più in generale, possano essere di interesse pubblico.

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo