Mirella Russo

Il record di servizio di Mirella Russo ci dice che ha lavorato lungo quasi 41 anni per l'INFN, dal 10 Luglio 1963 sino al 1 Giugno 2004, ricevendo nel 2001 un riconoscimento speciale per il suo lavoro durante le celebrazioni a Frascati per il cinquantenario dell'INFN.

Quel che il record non dice ma noi ricordiamo e` che Mirella aveva il sorriso delle persone dall'animo profondamente buono e bello, un incedere leggero, gentile, un affetto materno verso tutto il personale ricercatore (INFN e universita`)  e tecnico/amministrativo che si era andato formando dalla sua presa di servizio in poi. La sua efficienza e la sua abnegazione nello sbrigare le pratiche per missioni e seminari erano di esempio per tutti.

Nel proprio posto di lavoro e` molto importante sapere che a qualcuno sta a cuore il nostro bene, e Mirella infondeva proprio questa sensazione, e ci aiutava a tornare felici a casa la sera. Ha svolto un ruolo essenziale nel far si che Napoli diventasse una citta` dove fisici di tutto il mondo amassero venire e tornare. La sua presenza era di sostegno nella quotidianita` e nei momenti bui che pure capitano.

E` mancata quando stava ormai per andare in pensione. In quel triste 1 Giugno 2004 accompagno` alla stazione di Campi Flegrei un professore della Federico II, gia` stimato Direttore di Sezione. Rientrata in auto, il suo cuore, ormai malato, cede. Ma l'eredita` umana e morale della Signora Mirella resta nei nostri cuori, e` un sole che non tramonta. Grazie di cuore, Mirella. 

Storia delle persone

Il nucleo storico si forma attorno alle figure delle Signore Maria Rosaria Cozzolino, Maria Pia Martusciello e Mirella Russo, che, con la loro gentilezza e dedizione, hanno contribuito tanto a tutti i Servizi che la Sezione e` oggi in grado di offrire.

Storia della Sezione di Napoli

Quella dell'INFN e` una straordinaria avventura intellettuale. iniziata nel 1951, grazie alla quale generazioni di fisici italiani hanno potuto contribuire allo sforzo di comprendere i costituenti ultimi della materia e dell'universo fisico, e le leggi generali che li regolano. Questa area Web delinea il percorso seguito dalla Sezione INFN di Napoli attraverso alcune sue figure caratteristiche.

Nel 1957 Eduardo Renato Caianiello, che aveva vinto nel 1956 la cattedra di Fisica Teorica, prendendo servizio a Napoli, sottoponeva al Comitato Nazionale Ricerche Nucleari una richiesta di finanziamento per lo svolgimento di una Scuola di Perfezionamento in Fisica Teorica e Nucleare, che era gia` stata attivata per l'anno accademico 1956-57, e al Consiglio Direttivo dell'INFN una proposta per la costituzione, a Napoli, di un gruppo aggregato, "allo scopo di sviluppare la ricerca scientifica nel campo della fisica teorica e di iniziare alla ricerca stessa giovani elementi che mostrino particolari attitudini". Come Caianiello spiegava in una lettera privata ad Amaldi, "le due domande sono, in realta', una cosa sola: se una delle due proposte venisse rigettata, anche l'altra impresa fallirebbe necessariamente. D'altra parte, sono certo che non si potrebbe fare altrimenti: sarebbe disonesto, da parte mia, offrire agli studenti la promessa di una preparazione scientifica che non potrei, in realta', offrire, ove mancassi di un nucleo adeguato di almeno tre o quattro elementi di un certo rilievo. Ritengo, d'altra parte, di potere, con tutta coscienza, assicurare che, se queste proposte saranno approvate, dal prossimo anno Napoli potra' inserirsi, senza primeggiare ma anche senza sfigurare, nel quadro della fisica italiana: risultato che il solo denaro non basta a far conseguire ...".

L'INFN nasce nell'Agosto 1951, ma il suo primo Organigramma articolato sembra risalire al 31 Dicembre 1957, sotto la Presidenza del Professor Gilberto Bernardini, annoverando le Sezioni di Torino, Milano, Padova, Bologna, Pisa, Roma, i Laboratori Nazionali del Sincrotrone di Frascati, e le Sottosezioni di Genova, Trieste, Firenze, Roma (presso l'Istituto Superiore di Sanita'), e la Scuola di Perfezionamento in Fisica Teorica e Nucleare di Napoli. Quest'ultima era diretta dal Professor Caianiello, e consisteva di 6 ricercatori e una unita` di Altro personale. La Sezione INFN di Napoli nasce nel 1963, dopo essere stata Sottosezione a partire dal 15 Maggio 1961, e i Direttori succedutisi nel tempo sono stati i seguenti:

Eduardo Caianiello (1957-1959, Scuola di Perfezionamento in Fisica Teorica)

Giulio Cortini (1960-1962 vedasi allegato in fondo alla pagina)

Ettore Pancini (Luglio 1962- Giugno 1965 vedasi allegato in fondo alla pagina)

Ruggero Querzoli (1966-1967)

Bruno Vitale (1968-1969)

Giancarlo Gialanella (Luglio 1970- Luglio 1976, e fino a inizio 1977)

Raffaele Rinzivillo (1977-1983)

Marco Napolitano (1983-1988)

Crisostomo Sciacca (1988-1995)

Paolo Strolin (1995-1998)

Benedetto d'Ettorre Piazzoli (1998-2004)

Leonardo Merola (2004-2011)

Giovanni La Rana (2011)

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Le nostre fonti:

[1] G. Battimelli, L'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare. Storia di una comunita` di ricerca, Editori Laterza (2001).

[2] A. Covello, archivio personale.

Siamo grati alla Signora Maria Arienzo, al Signor Mario Armenante, e ai Professori Giovanni Battimelli, Aldo Covello, Giancarlo Gialanella e Giuseppe Marmo per la collaborazione.

Allegati: