Donne migranti nell’università e nella ricerca

donnericerca
Con questa serie di incontri annuali, il CUG INFN e il Coordinamento 
Napoletano Donne nella Scienza si propongono di creare spazi e momenti di riflessione sulla violenza di genere mettendo in luce quelle forme di discriminazione più sottili e meno facilmente individuabili della violenza fisica, presenti in luoghi di lavoro quali gli Enti per la Ricerca e l’Università. Il contesto storico/sociale che viviamo ci ha spinto, quest’anno, a parlare di *Donne Migranti*. Come tutti sappiamo, il fenomeno della “mobilità umana”, intesa essenzialmente come mobilità obbligata, è uno dei temi centrali all’interno dell’attuale dibattito sociopolitico e socioculturale. L’integrazione sociale, economica e culturale dei migranti nel paese di accoglienza richiederebbero politiche che non solo rispettino e tengano in considerazione le persone come “individui unici” ma che, al tempo stesso, facilitino lo scambio e la comunicazione fra visioni del mondo diverse. Purtroppo, invece, la non-comunicazione e la dis-informazione lasciano largo spazio all’emarginazione e alla discriminazione, trasformando l’accoglienza in derisione, violenza, esclusione. In questo contesto, le donne, se da una parte sono sempre più presenti nel processo odierno di femminilizzazione dei flussi migratori, dall’altra sono fra i soggetti maggiormente vittime di discriminazione e prepotenza. Nell’incontro di quest’anno ci occuperemo di queste *Donne in Movimento*, concentrando la nostra attenzione su quell’insieme, certamente privilegiato, che giunge in Italia per studiare, per far ricerca; come le loro colleghe italiane lasciano il proprio paese per seguire sogni e desideri, con le quali condividono le problematiche di essere donne e migranti.

 Per saperne di più vai al link: https://agenda.infn.it/event/18142/ 

Fisica tra le Onde 2019 – un’iniziativa di divulgazione della Fisica

La Sezione di Napoli dell’istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN) e il Dipartimento di Fisica “Ettore Pancini” dell’Università di Napoli “Federico II”, in collaborazione con la Sezione di Napoli della Lega Navale Italiana (LNI), organizzano anche per il 2019 l’iniziativa di divulgazione scientifica “Fisica tra le Onde” rivolta agli studenti degli ultimi anni delle scuole superiori.

L’attività velica si trasforma in un laboratorio particolarmente adatto ai ragazzi delle scuole, per scoprire la fisica che si nasconde dietro una divertente uscita in barca a vela: dal principio di Archimede che garantisce il galleggiamento della barca, al meccanismo di propulsione basato sulle forze esercitate dall’acqua e dal vento, alla necessità di correggere le misure del sistema globale di posizionamento (GPS) usando la teoria della relatività di Einstein.

L’attività prevede due fasi. Nella prima fase un docente dell'INFN o del Dipartimento di Fisica visiterà ciascun Istituto coinvolto per distribuire materiale didattico e tenere un seminario sulle attività di ricerca dell’INFN e dell’Università. La seconda fase si svolgerà presso la Lega Navale di Napoli con seminari, attività didattiche ed uscita in barca con un fisico al seguito per capire, divertendosi, i principi fisici che permettono ad una barca a vela di navigare.

Le scuole interessate a partecipare sono invitate a manifestare il loro interesse entro il 28 febbraio 2019 inviando una mail all’indirizzo: fisica_onde@na.infn.it.

Per ulteriori informazioni:http://www.na.infn.it/it/outreach/fisica-fra-le-onde

Inaugurato in Arizona il prototipo pSCT del grande Cherenkov Telescope Array

 

È stato inaugurato all’Osservatorio Whipple in Arizona il pSCT (Schwarzschild-Couder Telescope) del grande progetto Cherencov Telescope Array (CTA). Si tratta di un prototipo di telescopio per l’astronomia a raggi gamma. pSCT inizierà a prendere dati nei prossimi mesi per fornire indicazioni per la costruzione dei telescopi di media grandezza che faranno parte del CTA, l’osservatorio diffuso per fotoni gamma di prossima generazione, cui l’Italia partecipa con l’INFN e con l’INAF, Istituto Nazionale di Astrofisica.

Anche la Sezione di Napoli, insieme alle Sezioni di Bari, Perugia e Pisa, è coinvolta attivamente nella costruzione  del pSCT, in particolare nella progettazione e realizzazione della camera dei fotosensori.

Per approfondimenti:

https://www.cta-observatory.org/sct-inauguration/

https://www.asimmetrie.it/in-primo-piano/1870-inaugurato-in-arizona-il-prototipo-psct-del-grande-progetto-cta?fbclid=IwAR1CQOvu_SDfbi8ldV6Ymg1OP1OMl6-_bcUCLU9SqMXqtsEi4NJjztChTt0

http://home.infn.it/it/comunicazione/news/3367-inaugurato-in-arizona-il-prototipo-psct-del-grande-progetto-cta

The ScanPyramids Project


Venerdì 11 gennaio 2019, ore 14.30, aula Caianiello, Dipartimento di Fisica Ettore Pancini
Just because a mystery is 4500 years old doesn’t mean it can’t be solved.
Many theories and hypotheses have been published trying to understand how the Great
Pyramid of Egypt ‘Cheops’ was built. None of them has been proved so far.
Could New Technologies reveal the mystery of one of the Seven World Wonders? This is
what ScanPyramids project is about.
It is a multinational project (Egypt, Japan, France and Canada) using the most
recent non-invasive and non-destructive techniques to “look” through the Pyramids
and detect unknown significant voids. Infrared thermography, Muography and 3D
Reconstruction, Modeling and Simulation are used to complement each other.

Two main discoveries have been confirmed and published, one on the north entrance of
the Pyramid and the second is a Big Void above the grand Gallery.

The SPEAKER: Hany Helal is Vice-president & co-founder of the Heritage Innovation Preservation Institute, Professor at the Faculty of Engineering of the Cairo University and former Minister of Higher Education & Scientific Research of the Arab Republic of Egypt
Locandina: https://cernbox.cern.ch/index.php/s/xz5YNjRnDye35hS

 

INFN School of Statistics 2019

infn stat 2019

La quarta edizione della INFN School of Statistics si terrà a Paestum dal 2 al 7 giugno 2019. Sei docenti, esperti di fama internazionale, terranno lezione a circa 80 partecipanti su metodi statistici, analisi dati, reti neuronali artificiali e tecniche di deep learning. La scuola è diretta a studenti di dottorato e ricercatori interessati ad approfondire le conoscenze delle metodologie più moderne di analisi dati di interesse per la fisica delle particelle elementari, delle astroparticelle e della fisica nucleare.

Le iscrizioni sono aperte fino al 14 aprile.

Leggi tutto: INFN School of Statistics 2019