Events Calendar

Notte Europea dei Ricercatori 2017
Friday 29 September 2017, 04:30pm - 10:30pm
Hits : 109
by Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Description:


La Notte Europea dei Ricercatori
si svolgerà allastazione Municipiodella metropolitana di Napoli
il 29 settembre 2017
dalle 16:30 alle 22:30.

È un evento organizzato dalla Sezione INFN di Napoli, dal Dipartimento di Fisica E. Pancini dell'Università Federico II con gli istituti SPIN e ISASI del CNR e l'ISTAT, in collaborazione con i Laboratori Nazionali del Gran Sasso, l'associazione PONYS e con il coordinamento di Frascati Scienza nell'ambito del progetto Made in Science.



Saranno presenti ricercatori dell'università e degli enti di ricerca che presenteranno le loro attività di ricerca con componenti e modelli di rivelatori ed esperimenti.
In particolare, sarenno presenti le seguenti aree espositive:Onde gravitazionali: sarà presente un modello funzionante in scala dell' interferometro dell'esperimento VIRGO, e che permetterà di comprendere interattivamente il meccanismo di rivelazione delle onde gravitazionali.Osservazione dei neutrini: attraverso una postazione di realtà virtuale sarà possibile effettuare una escursione sottomarina e visitare i moduli del rivelatore sottomarino KM3Net.Raggi cosmici: un rivelatore permetterà in tempo reale di osservare le tracce dei raggi cosmici, e verrà presentata anche una dimostrazione dell'applicazione dei raggi cosmici alla radiografia di strutture sotteranee o geologiche con i muoni.
Una App per i raggi cosmici
Verrà presentata un’App sviluppata in collaborazione tra i Laboratori Nazionali del Gran Sasso (LNGS), i Laboratori spagnoli di Canfranc (LSC) e la DigitalComoedia di Napoli. Un contribuito allo sviluppo dell’App è stato dato anche dagli studenti e professori della sezione di grafica dell’ISS “Della Corte - Vanvitelli” di Cava de’ Tirreni. L’App è al momento funzionante solo su smartphone con sistema Android è può essere scaricabile su Play Store. Si chiama Cosmic Rays Live. Tramite l’App ci si può connettere ai telescopi in rete ai LNGS e a LSC e visualizzare in tempo reale il tracciamento dei muoni che attraversano i rivelatori.
Film sottili per la micro e nano-elettronica:una postazione permetterà di conoscere da vicino come sono realizzati i moderni dispositivi di film sottili, ispezionando alcuni campioni con un microscopio da tavolo.La statistica: l'Istituto Nazionale di Statistica (ISTAT) proporrà sia alcuni giochi interattivi che permetteranno di costruire la propria piramide alimentare individuale, e alcuni giochi veloci incentrati sulla probabilità, sia la partecipazione a un quiz interattivo che permetterà di scoprire le probabilità di appartenere alle tipologie familiari definite nel Rapporto Annuale ISTAT 2017.Diffrazione e olografia: l'istituto ISASI del CNR mostrerà due aspetti della luca: un fenomeno ed una tecnologia. Il primo è la diffrazione, un fenomeno associato alla deviazione della luce quando incontra un ostacolo. La seconda, l'olografia, è oggigiorno una delle tecniche ottiche più diffuse al mondo per la memorizzazione delle informazioni e per la ricostruzione delle immagini.I PONYS prenderanno parte alla manifestazione portando in stazione semplici esperimenti di fisica interattivi adatti ad un pubblico di tutte le età che renderanno accessibili complessi fenomeni fisici.Il percorso introdurrà i partecipanti alla fisica delle onde in tre ambiti: ottica, acustica e fisica del microonde. Potrete scoprire, ad esempio, perché il cielo è blu e cosa succede se mettiamo una saponetta nel microonde.

 
Alle ore 18:30 ci sarà una visita guidata al Maschio angioino sul tema Astronomia e Astrologia nella Napoli aragonese a cura di Rossana di Poce (blog). L'appuntamento è all'uscita metropolitana Municipio dal lato via Medina. Qui sotto una introduzione del tema della visita:

Astrologia e Astronomia alla Corte Aragonese

Il ricorso all’irrazionale, al vaticinio e alla predizione ha a Napoli radici antichissime: dalla Sibilla Cumana a Virgilio, fino alla Corte Angioina. Può la materia essere meno oscura per l’uomo nel suo funzionamento più intimo? Al centro del dibattito vivacissimo tra Pico della Mirandola e Marsilio Ficino sull’argomento “astrologia” al limitare del 1400, la corte letterata di Napoli ha un ruolo determinante: con Giovanni Pontano, e il suo “De Fortuna” si tenta una mirabile sintesi tra la posizione dell’uomo e quella della influenza degli astri e la volontà umana dell’intelletto. L’osservazione del cielo e gli eventi che accadono, i meccanismi cosmici della vita e le influenze della materia, sono argomento cardine del Rinascimento napoletano. In un momento storico in cui le figure degli scienziati non sono ancora isolate nei saperi, ma convivono tra ermetismo, alchimia, ricerca e osservazione, la corte di Napoli brilla per i suoi letterati e filosofi, medici e astrologi che attingono alle fonti greche e latine che Petrarca stesso aveva contribuito a risvegliare proprio a Napoli. La nostra conversazione leggera sarà incentrata sul tema scottante per l’epoca, tanto quanto lo è nella nostra apparentemente razionale: tra oroscopi e confutazioni, tra l’osservazione della materia e la sua influenza sulla vita dell’uomo, nella città che darà i natali al Giordano Bruno “De l'infinito, universo e mondi” e “La Scienza nuova” di Giovambattista Vico, la nostra sarà una passeggiata peripatetica, con saldi principi neoplatonici e un po’ di sana ironia, e si concluderà al Maschio Angioino difronte al trionfo di Alfonso d’Aragona e la Fortuna incarnata dalla bella Lucrezia d’Alagno.


Nello stesso ambito della Notte Europea dei Ricercatori 2017 saranno previste iniziative in collaborazione con alcune scuole campane.
Due di queste avranno luogo la mattina del 29 settembre presso il Liceo Statale "E.P. Fonseca" e la Scuola Media Statale "Carlo Poerio" di Napoli, in collaborazione con l'Ufficio territoriale ISTAT per la Campania, nel corso delle quali gli studenti si cimenteranno rispettivamente in un cruciverba statistico a squadre e in giochi veloci interattivi e manuali sulla probabilità;. Nel corso di tutte le iniziative saranno proiettati video informativi sulla statistica ufficiale dell'ISTAT.
Nel pomeriggio presso la stazione Municipio della linea 1 verrà presentata l'attività svolta dagli studenti dell'I.I.S. "Della Corte - Vanvitelli" di Cava de' Tirreni in collaborazione con i Laboratori Nazionali del Gran Sasso dell'INFN. In particolare, la sezione di grafica della scuola ha prodotto un opuscolo a fumetti su alcuni argomenti di fisica, e un video che inserito in una App per smartphone con sistema Android, la quale consente di vedere il tracciamento dei raggi cosmici attraverso dei telescopi posti in rete ai Laboratori Nazionali del Gran Sasso dell'INFN ed ai Laboratori Sotterranei di Canfranc in Spagna.
INFN Sezione di Napoli, con la collaobrazione dei Laboratori Nazionali del Gran Sasso Dip. di Fisica E. Pancini, Università di Napoli Federico II PONYS, Physics and Optics Naples Young Students CNS - ISASI, Istituto di Scienze Applicate e Sistemi Intelligenti "Eduardo Caianiello"   ISTAT, Istituto Nazionale di Statistica CNR, SPIN

Con il patrocinio del Comune di Napoli        
e con la collaborazione di ANM e Metropolitana di Napoli.

Edizione 2016, Stazione Toledo

 
URL: http://agenda.infn.it/conferenceDisplay.py?confId=13908
Location Stazione Municipio, Linea 1