The Xie Jialin Prize nel campo della fisica degli acceleratori al professore Vittorio Giorgio Vaccaro

prize per sito infn

Vittorio Giorgio Vaccaro, professore di Campi Elettromagnetici dell'Ateneo federiciano di Napoli e associato alle ricerche della CSN5 dell’INFN della sezione di Napoli, ha ricevuto il prestigioso premio "The Xie Jialin Prize for outstanding work in the accelerator field, with no age limit" con la seguente motivazione:

'For his pioneering studies on instabilities in particle beam physics, the introduction of the impedance concept in storage rings and, in the course of his academic career, for disseminating knowledge in accelerator physics throughout many generations of young scientists.'

Il premio, intestato al Professore Xie Jialin gli è stato conferito dalla 'The 2019 Asian Committee for Future Accelerators  (ACFA)/IPAC19'. Il Professore Xie Jialin ha costruito nel 1955 all'Università di Chicago la prima macchina acceleratrice ad elettroni al mondo per la cura di alcune forme di cancro.

Leggi tutto: The Xie Jialin Prize nel campo della fisica degli acceleratori al professore Vittorio Giorgio...

Giornata del Radon a Ischia

radiolab evento finale

Nell'ambito del progetto RadioLab, al termine dell'anno scolastico, la sezione di Napoli dell'INFN in collaborazione con il Liceo di Ischia ha organizzato una giornata sulla tematica del gas radon e sulle novità in materia di normative di imminente recepimento.

Alla manifestazione parteciperanno, con degli interventi riguardanti l'attività svolta durante l'anno, tutti gli studenti coinvolti in RadioLab: Liceo di Ischia, I. T. I. Pacinotti di Scafati e Liceo Scientifico Mancini di Avellino. Si alterneranno interventi di esperti nell'ambito della comunicazione scientifica e della ricerca. 

La giornata è sponsorizzata dall'Associazione Termalisti dell'Isola di Ischia ed è aperta al pubblico.

Modelli statistici della fisica per studiare mutazioni e cancro

dna nature genetics

La rivista Nature Genetics pubblica oggi, 20 maggio, un importante risultato ottenuto da un team di ricerca italiano che ha studiato le cause delle alterazioni geniche più frequenti per lo sviluppo del cancro, chiamate “traslocazioni cromosomiche”. Il team ha scoperto che il danno al DNA tende ad avvenire all’interno di specifici geni, e in momenti precisi della loro attività, che possono essere individuati con un buon livello di accuratezza. Non tutti i geni soggetti a rottura, però, inducono mutazioni legate al cancro, come le traslocazioni, ma tipicamente quelli che entrano più spesso in contatto fisico tra loro all’interno della struttura 3D dei cromosomi.

Leggi tutto: Modelli statistici della fisica per studiare mutazioni e cancro

A scuola di astroparticelle - III Edizione

locandinaweb

Alla sua terza edizione, il progetto di divulgazione “A scuola di astroparticelle” vede la partecipazione di 18 scuole superiori, per un totale di 600 studenti e 21 progetti presentati. I progetti, esposti in formato di totem-presentazione e corredati in molti casi da manufatti, esperimenti didattici, modelli di esperimenti e video, inerenti tematiche attuali della ricerca scientifica, spaziano dalle questioni aperte sulle origini la struttura e l’evoluzione dell’universo, al tema della radioattività ambientale, alle metodologie della fisica sanitaria, le nanotecnologie e il loro ruolo nelle tecnologie quantistiche, fino agli aspetti tecnici legati allo sviluppo dei rivelatori di particelle. Per agevolare la partecipazione delle scuole, l’iniziativa è strutturata in collegamento con percorsi di Alternanza Scuola Lavoro, che hanno visto Università, Enti di Ricerca e scuole superiori del nostro Territorio concorrere in modo sinergico a unico bando, finalizzato a disseminare le potenzialità occupazionali della figura professionale del Fisico. 

Ulteriori informazioni al link https://agenda.infn.it/event/19242/

e sulla pagina FB https://www.facebook.com/ascuoladiastroparticelle/

"A scuola di astroparticelle" rientra nelle attività di OCRA (Outreach Cosmic Ray Activities) dell'INFN (https://web.infn.it/OCRA/)

XII Convegno del Coordinamento Napoletano Donne nella Scienza Verso "l’antica madre" Inter-azione fra ambiente, inclusione sociale, imprenditoria femminile

locandinaDonneScienze2019

"Forti Troiani, la terra da cui traete origine, prima culla dei padri, vi vedrà ritornare nel suo seno materno, reduci.
Su, cercate l’antica madre (Eneide, III, 114-117) È così che risponde l’Oracolo dell’isola di Delos, sacra ad Apollo, quando Anchise, padre di Enea, lo interpella per conoscere quale sarà la nuova patria degli esuli troiani, il cui viaggio è appena agli inizi. Questo verso dell’Eneide è stato ripreso nel titolo del nostro convegno, anche se con una leggera variante /Verso l’antica madre/, per indicare la meta del nostro cammino nell’ occuparci di /Ambiente/ inteso come inter-azione fra condizioni ecologiche e impatto antropico.

Percorrendo le tre sessioni del convegno, Ambiente naturale, Ambiente urbano e Sviluppo sostenibile e imprenditoria femminile, proveremo a dare un quadro dell’assetto e delle criticità dell’ambiente naturale e urbanistico dell’area metropolitana napoletana, allo scopo di individuare pratiche di riqualificazione ambientale che vadano incontro a una visione diversa, femminile, di sviluppo sostenibile. Con la  della discussione finale, attraverso un confronto fra istituzioni, ordini professionali, associazioni e partecipanti, intendiamo tracciare possibili percorsi che coniughino la cura e la fruizione dell’ambiente con l’inclusione sociale.

LINK alla pagina INDICO : https://agenda.infn.it/event/19208/