Raccomandazioni CSNIII

Raccomandazioni della Commissione

 

1.Le partecipazioni di impegno dei ricercatori non possono essere inferiori al 20% per singolo esperimento.

 

2.     Per i ricercatori afferenti per il 100% della loro attività alla CSN3, la partecipazione a 2 esperimenti rappresenta il valore massimo raccomandato ai proponenti. Per ricercatori coinvolti anche in attività di altre CSN il limite superiore raccomandato è la partecipazione a un esperimento afferente alla CSN3.

 

3.     Fatte salve le percentuali di partecipazione significativa (punti 1 e 2) per i singoli ricercatori, l'apertura di una sigla richiede una partecipazione minima a livello nazionale di 2 FTE di personale strutturato (dipendenti INFN, incaricati di ricerca e personale ricercatore Università). La Commissione si riserva comunque in fase di valutazione dei preventivi di verificare la congruità della forza lavoro in relazione alla dimensione dell’esperimento.

 

4.     A livello locale, si raccomanda la presenza di almeno 2 ricercatori o tecnologi e di un numero di FTE almeno pari ad una unità per aprire e/o mantenere una sigla di esperimento.

 

5.     La partecipazione di dottorandi e borsisti ai programmi di ricerca deve essere al 100% sull'attività che corrisponde al lavoro per la tesi di dottorato o al tema della borsa. Tale percentuale può scendere all'80% solo nel caso di forte affinità scientifica con un'altra attività.

 

6.     La partecipazione di assegnisti ed articoli 23 ai programmi di ricerca deve essere chiaramente polarizzata (>= 80%) sull'attività per la quale assegni ed articoli sono stati richiesti.

7.     Il responsabile nazionale è tenuto a comunicare le percentuali di partecipazione su fondi esterni che verranno considerate nella valutazione della forza lavoro del proprio esperimento previa approvazione da parte dei referee.

 

8.     Si raccomanda un’alta percentuale di partecipazione dei responsabili nazionali e locali agli esperimenti di loro responsabilità (rispettivamente >=70% e >=50%).

 

9.     Per il rapporto (ricercatori FTE/ numero totale di ricercatori) impegnati in un determinato esperimento si segnala il valore 60% come figura di merito orientativa.

 

10.  Nelle proposte di finanziamento, si raccomanda di specificare (a) il reale impegno dei singoli ricercatori nei programmi degli esperimenti ai quali sono associati, e (b) la ripartizione dei compiti tra le varie sedi che partecipano alle collaborazioni.

 

11.  Per quanto riguarda la possibilità di ricevere i fondi di dotazioni dalla CSN3 , si richiede al singolo ricercatore di avere un coinvolgimento totale, inclusi i fondi esterni riconosciuti al punto 7, in attività di CSN3  superiore o uguale al 50%. Solo in quel caso daremo una dotazione corrispondente alla sua percentuale in CSN3.

12.  In corso d’anno, preferibilmente nella riunione di giugno, è suggerita una verifica della progressione di spesa per tutti gli esperimenti.

Addi 19 marzo 2013