Storie di resistenza alle disuguaglianze di genere

violenza donne

Il 16 dicembre p.v. si terrà in aula Caianiello (h. 14:30-17:30) il III  Incontro del Ciclo di seminari sulla violenza contro le donne, dal titolo
Storie di resistenza alle disuguaglianze di genere”. 
La violenza contro le donne è un fenomeno diffuso, ancorché in maniera diversa, su scala globale, che ha la sua origine nell’organizzazione sociale dei rapporti fra donne e uomini e che, pertanto, non può essere letta solo in termini di criminalità o di patologia del singolo, ma va collocata all’interno della cultura presente, contraddistinta dal dominio di un sesso sull’altro.

Interrogarsi, quindi, sulle cause di tale fenomeno e sulle possibili strategie per contrastarlo, non può prescindere da un esame delle politiche economiche e sociali e dal connesso sistema di valori, che di fatto hanno fabbricato/fabbricano la disparità di potere tra donne e uomini all’origine della violenza di genere.

Il ciclo di Incontri sulla violenza contro le donne, organizzato dall’Istituto di Fisica Nucleare (INFN) di Napoli in collaborazione con il Coordinamento Napoletano “Donne nella Scienza”, si propone di creare momenti di riflessione sull’argomento, guardando alle diverse forme di violenza, non solo fisica, contro chiunque, sia esso donna, uomo o appartenente alla comunità LGBT, non aderisca ai modelli dominanti.

Questo terzo incontro ha come obiettivo quello di esplorare e discutere alcune delle strategie di resistenza e di risposta oggi presenti in Italia per fronteggiare il fenomeno.

L’incontro si articola su tre interventi:

     Amalia Rodontini, psicologa, psicoterapeuta -- "Aspetti psicosociali della violenza nelle relazioni di coppia"

     Antonello Sannino, presidente della sezione napoletana di Arcigay -- “Discriminazioni di genere”

     Alberto Leiss, giornalista – “Libertà femminile, desiderio maschile”

Salva