A scuola di Astroparticelle

 NEW  - SECONDA EDIZIONE "A SCUOLA DI ASTROPARTICELLE" A.S. 2017/18

L’INFN Sezione di Napoli, il Dipartimento di Fisica “E. Pancini” gli Istituti SPIN e ISASI del CNR bandiscono un concorso rivolto alle scuole secondarie superiori della Regione Campania che intendono impegnare propri docenti e studenti in progetti di fisica astroparticellare sfruttando le informazioni e i dati scientifici registrati dal telescopio installato nella stazione metropolitana di Toledo. Gli studenti interessati potranno accedere ai dati e analizzarli sotto la guida di ricercatori, preparare propri elaborati e mostrarli sotto forma di poster o presentazioni al computer. Sono ammessi lavori, oltre che sulla fisica astroparticellare, anche su tematiche di fisica più generali, come ad esempio la radioattività naturale, la fisica medica e le nanotecnologie. L’esposizione al pubblico e alle altre scuole avverrà in una mostra pubblica che si terrà in maggio in luogo da definirsi. Una Commissione di esperti visiterà la mostra e assegnerà dei premi per i lavori migliori.

Le Scuole della Regione Campania che intendono partecipare al concorso e/o attivare un percorso di Alternanza Scuola-Lavoro (ASL) devono fare pervenire all’INFN entro il 5 novembre 2017 tramite PEC una domanda di partecipazione contenente le seguenti informazioni:

  • Nome, tipologia e indirizzo completo della Scuola
  • Numero di gruppi partecipanti al concorso e tematiche di fisica preferite
  • Interesse ad attivare un percorso in ASL
  • Elenco dei docenti referenti dei progetti completo dei loro recapiti telefonici e indirizzi mail

Il bando completo è scaricabile in calce alla pagina.

Eventuali esperienze di Alternanza Scuola-Lavoro potranno svolgersi nell’ambito dei progetti di cui al bando sui temi dettagliati nella call “Professione fisico: percorsi di Alternanza Scuola Lavoro a.s.2017-18”. La call è scaricabile in calce alla pagina.

SCADENZA 5 NOVEMBRE 2017

I EDIZIONE A SCUOLA DI ASTROPARTICELLE A.S. 2016/17

Il 26 maggio scorso, unitamente a Futuro Remoto, è stata inaugurata l’esposizione dei primi nove progetti di divulgazione scientifica realizzati da scuole secondarie della Regione Campania nell’ambito del concorso “A scuola di Astroparticelle” promosso dall’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN) con la collaborazione dell’Azienda Napoletana Mobilità (ANM), del Dipartimento di Fisica della Federico II di Napoli,  del Rotary International e il patrocinio dell’Ufficio Scolastico Regionale (USR). A questa grande iniziativa di divulgazione scientifica hanno partecipato 18 scuole superiori con 26 progetti scientifici aventi come riferimento il telescopio per raggi cosmici installato dall’INFN nel 2014 nella stazione Toledo della metropolitana di Napoli a cui è stato affiancato il Totem multimediale, donato dal Rotary ed inaugurato il 30 settembre 2016, in occasione della “Notte Europea dei Ricercatori 2016”, in un convegno presso il Museo Mineralogico di Napoli. Durante i 4 giorni di Futuro Remoto gli studenti hanno in prima persona, coadiuvati dai loro professori, presentato al folto pubblico (250.000 visitatori!) i lavori realizzati durante l’anno scolastico, anche in progetti di alternanza scuola-lavoro, tutti interessanti e frutto di uno studio attento e impegnativo, in una sorta di sfida culturale positiva con se stessi e su argomenti lontani da quelli dei programmi scolastici: fisica medica, nucleare, astroparticellare, teorica, ecc. La manifestazione si è conclusa domenica pomeriggio 28 maggio con una cerimonia di premiazione dei tre progetti migliori.

Sul palco di Piazza Plebiscito si sono alternati il Direttore della Sezione INFN di Napoli, Prof. Giovanni La Rana, il Presidente Nazionale INFN, Prof. Fernando Ferroni, il Prof. Rocco Gervasio per l’Ufficio Sclastico Regionale, Dr. Attanasio Candela per i LNGS e, per il Rotary, il Dr. Francesco Dente. Ad accogliere sul palco le scuole sono stati i responsabili del progetto, il Dr. Michelangelo Ambrosio, che ha anche moderato la premiazione, la Dr.ssa Carla Aramo e il Dr. Paolo Mastroserio, mentre la Commissione di valutazione dei lavori, Prof. Paolo Russo, Dr.ssa Donatella Campana e Dr. Fabio Garufi ha proclamato le scuole vincitrici. Al primo posto con: “Nuova piattaforma on-line per il telescopio di Toledo” il Liceo scientifico Galileo Galilei Napoli per aver realizzato un poster molto completo riguardanti i raggi cosmici, ed illustrato con perizia da molti dei ragazzi presenti, con in più una parte sperimentale che prevede la realizzazione di una piattaforma online per avere informazioni sui raggi cosmici, sugli eventi del Totem oltre che di diagnostica del rivelatore. Lavoro molto completo! Al secondo posto con “Vedere l'invisibile”, l’ITI Renato Elia- Castellammare di Stabia. Oltre al poster descrittivo gli studenti hanno realizzato dei pannelli solari collegati ad una cella elettrolitica, con studio della risposta in corrente a varie esposizioni al Sole. Al terzo posto Il lavoro “Radon-Un pericolo invisibile” dell’ITI Pacinotti di Scafati con un poster illustrativo chiaro, bilingue, illustrato in maniera estesa ed un’analisi di dati esistenti con la costruzione di un profilo di curve di iso-concentrazione di Radon nei comuni adiacenti alla posizione della scuola. La commissione ha voluto assegnare anche una menzione speciale a “Come si rivelano i raggi cosmici” dell’Istituto Virgilio di Pozzuoli, con la realizzazione di due modellini in legno da utilizzare come dimostratori per la divulgazione. Come premio, gli studenti vincitori, insieme ai loro professori hanno trascorso una giornata presso i Laboratori INFN di Fisica Nucleare di Frascati il 20 settembre scorso.

Ciò che ha colpito di tutta la manifestazione non è stata solo l’attesa o la curiosità dei vincitori, ma piuttosto, vedere la partecipazione massiccia di studenti, genitori, docenti, tutti interessati a dare il loro supporto ad una iniziativa che ha raccolto i frutti dello studio propositivo e sano di giovani menti aperte verso aspetti del sapere che dilatano gli orizzonti e formano gli uomini-donne a pensare a ciò che è utile per il domani nostro e del nostro Pianeta.

Per approfondimenti visita la pagina FB https://www.facebook.com/ascuoladiastroparticelleINFN/

 

Attachments: